Ronda Ghibellina, straordinario successo a Castiglion Fiorentino

Christian Pizzatti e Lidia Mongelli, sono loro due il re e la regina della Ronda Ghibellina Plus, l’ultratrail da 70 km che ha impreziosito per la prima volta Ronda Ghibellina e sul quale erano riversate le maggiori attenzioni e curiosità. Sette ore circa per Pizzatti, un’oretta in più per la Mongelli, con tempi di percorrenza da pronostico rispettato e al termine di una giornata soleggiata, primaverile, alla scoperta di nuovi suggestivi percorsi mai toccati prima della “Classica della Merla” del trailrunning italiano ma comunque molto cari agli amanti della montagna castiglionese, fra cui Cavadenti (“conquistato” all’alba) e Sant’Egidio (da dove invece gli ultimi hanno visto tramontare il sole).L’ottava edizione di Ronda Ghibellina Trail di Castiglion Fiorentino va in archivio con circa 900 atleti competitivi (suddivisi nelle 4 diverse distanze) e l’ottimo successo del Trekking Ghibellino, sempre più apprezzato dai cittadini locali, entusiasti di scoprire magari anche solo in quest’occasione i sani valori che ruotano attorno agli sport in outdoor. Detto della distanza regina, inedita nel 2018, nelle altre specialità hanno trionfato Michael Dola e Isabella Lucchini (Ghibellina 45 km); Antonio Mariani e Daniela Furlani (Valligiana 24 km) e Danilo Tomei e Maria Elisabetta Lastri (Assassina 15 km). Una domenica bella e intensa per tutti, con decine di volontari coordinati dalla locale Vab impegnati sul percorso per tutelare la sicurezza degli atleti dalle 6 di mattina alle 18 del pomeriggio, e altrettanti collaboratori, chi al Palazzetto Meoni chi ai ristori, pronti ad assistere gli eroi ghibellini con pasti, bevande di ogni genere e tante pacche sulle spalle. In questa ricca sceneggiatura di storie di vita e di sport, da segnalare su tutte il bel gesto di fair play di Luca Balducci (giovanissimo runner, già vincitore alla Valligiana 2017) secondo al traguardo della Ghibellina, che ha atteso e “concesso” la vittoria al rivale Dola il quale aveva perso la prima posizione a poche centinaia di metri dal traguardo per un errore di percorso. Senza dimenticare le imprese dei runner locali alle prese con la Plus, una prova inedita anche per loro, capaci di ottima risultati come il 6° posto di Edi Donnini, il 10° di Cristian Caselli e il 5° femminile di Tatiana Maccherini.  Al via dell’Assassina, come ormai da tradizione, anche il sindaco Mario Agnelli.”La 70 km era un’incognita anche per noi” ha commentato un soddisfatto seppur stanco presidente di Ronda Ghibellina Asd Renato Menci, “l’esperimento direi che è riuscito, e ci sono le basi per portare avanti un progetto con l’auspicio di una crescita internazionale dell’evento. Fa piacere, ed è per me motivo di orgoglio, vedere un paese intero condividere i valori del trailrunning, con decine di castiglionesi al via delle gare brevi o del Trekking. Dieci anni fa mi vedevano partire con lo zaino nel bosco e mi prendevano per matto, oggi la domenica mattina i sentieri sono affollati di sportivi”. 

Condividi l’articolo