Convalidato arresto per tentato omicidio, accoltellatore resta in carcere

Tentato omicidio in pieno centro, il Gip del Tribunale di Arezzo Piergiorgio Ponticelli convalida l’arresto disponendo la custodia cautelare in carcere. Ritrovati dalla squadra mobile i vestiti sporchi di sangue dell’accoltellatore. L’episodio mercoledi scorso alle 16,30 quando nei pressi della stazione di Arezzo, il 27enne durante una lite legata probabilmente a motivi di spaccio, ha colpito con due coltellate un connazionale. Il ferito ha riportato il perforamento del polmone ed è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico che gli ha salvato la vita. L’uomo è in convalescenza, quando le sue condizioni miglioreranno sarà sentito in incidente probatorio per ricostruire, insieme ad alcuni testimoni, la dinamica di quanto accaduto. Il 27enne, arrestato due giorni dopo il fatto a Montevarchi dalla squadra mobile in collaborazione con la polizia locale di Arezzo, si trova in carcere. Nell’ambito dell’attività investigativa gli agenti della squadra mobile hanno arrestato un richiedente asilo 20enne della Nuova Guinea. Il giovane dormiva nell’appartamento della compagna dell’accoltellatore che aveva lasciato li i vestiti sporchi di sangue. Al giovane sono state trovate otto stecche di hashish per un peso netto di 100 grammi, avvolte ancora nel cellophan, tre dosi di eroina ed alcune dosi di marijuana.

Condividi l’articolo

Vedi anche: