Protesta da Sansepolcro. strade sporche e cattivi odori nel centro storico

Strade di Sansepolcro trasformate in latrine: torna così la protesta dei residenti del centro storico biturgense. Nella mattinata di ieri, in molte strade – in particolare quelle limitrofe a piazza Torre di Berta – chi vi è transitato a piedi ha notato un forte odore di urina, che con il caldo attuale era stato notevolmente accentuato. Se il problema del mancato rispetto del decoro della città e del mancato senso civico si manifesta già da tempo in occasione dei fine settimana, il tutto viene amplificato quando vi sono eventi. In molti si chiedono se manifestazioni come quella appena conclusa in piazza Torre di Berta e in via Matteotti debbano tenersi nel centro storico oppure in uno stadio e comunque in un luogo aperto, come del resto avviene in altre città. Sansepolcro è una città che trasuda arte, cultura e tradizione e meriterebbe sicuramente un maggior rispetto, così come hanno detto un commerciante e un residente del centro storico che da tempo debbono convivere con questo sistema. “Sinceramente – dichiarono le due persone – pensavamo che la nuova amministrazione fosse più sensibile a questi problemi: eravamo partiti con la riapertura della Casa di Piero e mostre di spessore nel nostro museo civico, ma poi – forse per accontentare tutti – si autorizza lo svolgimento di manifestazioni che nulla hanno a che vedere con il nostro centro storico. In più di una occasione, ci hanno accusato di voler trasformare la città in un paese dormitorio, ma purtroppo la verità è un’altra. Se si continua di questo passo, Sansepolcro diverrà una città fantasma, nella quale quei pochi biturgensi rimasti si trasferiranno in periferia, perché il centro storico sta diventando invivibile, per la gioia (forse) di quella parte politica che – così facendo – potrebbe avere locali da destinare ai migranti e magari fare anche business. Confidiamo e vogliamo dare fiducia all’amministrazione Cornioli, ma è necessario trovare il giusto equilibro fra chi vive nel centro storico e paga le tasse in questo Comune e chi pensa solamente ai propri tornaconti”.

Condividi l’articolo

Vedi anche: