Operaio folgorato, 5 avvisi di garanzia per omicidio colposo

Operaio morto folgorato a Monte San Savino (Arezzo), 5 avvisi di garanzia per omicidio colposo, notificati questa mattina dal pm Andrea Claudiani della procura di Arezzo ai tre amministratori, al responsabile e al preposto alla sicurezza della ditta Asla, di Lama dei Peligni (Chieti) per conto della quale lavorava Marco Del Cimmuto, 33 anni residente a Sulmona (L’Aquila), l’operaio investito da una scarica elettrica mente lavorava ad un palo della luce a Monte San Savino. La procura di Arezzo, che attende anche gli esiti dell’autopsia prevista per domani, vuole fare chiaro sulla dinamica dell’infortunio costato la vita al giovane operaio, morto in ospedale a Siena dove era arrivato ieri in gravissime condizioni. La fitta aveva vinto un appalto Enel ed era impegnata alla sostituzione di alcuni pali quando è accaduto l’incidente. Il pm Claudiani (nella foto9 vuole verificare se l’operaio lavorava in condizioni di sicurezza.

Condividi l’articolo

Vedi anche: