Nuovo comandante della polizia municipale ad Arezzo

Si è insediato il nuovo comandante dalla polizia municipale di Arezzo Cino Augusto Cecchini, che ha incontrato agenti e ufficiali presso il comando di via Setteponti insieme al sindaco Alessandro Ghinelli.
“Ringrazio l’ingegner Giovanni Baldini che, negli ultimi sei mesi, ha tenuto il comando della polizia municipale per dovere di servizio e con grande responsabilità. Adesso è arrivato il nuovo comandante che ha un curriculum invidiabile dal punto di vista della gestione delle polizie locali. Ho scelto io Cecchini, me ne assumo la responsabilità: sono certo che sia la persona giusta. Voltiamo quindi pagina, attraverso un modo più professionale. Riusciremo a dare a questa città quello che si aspetta. – ha detto il sindaco che poi si è rivolto direttamente agli agenti – La divisa è il simbolo dell’amministrazione, voi siete i primi a dimostrare quello che l’amministrazione sa fare per i cittadini. Abbiamo bisogno di più sinergia con le altre forze dell’ordine per dare maggior sicurezza reale agli aretini. Ma, è anche vero, che il cittadino non può permettersi di tutto, non è possibile che ci sia una ineducazione latente. Credo che dobbiate portare con onore la vostra divisa. Mi aspetto molto da voi sotto la guida del comandante Cecchini, al quale faccio i migliori auguri di buon lavoro”.

“Il comandante deve essere un uomo in mezzo ai suoi uomini, per capire le problematiche della città. Non dobbiamo mai sottovalutare le richieste dei cittadini. Ho voluto mettere a disposizione l’esperienza che ho acquisito in 40 anni di servizio per dedicarmi a questo incarico importante, cioè quello di guidare la polizia municipale di un capoluogo di provincia. Il primo passo che farò con il corpo della municipale aretina sarà quello di capire le quotidianità e valutare ciò che è da rivedere. E’ indispensabile formare un team con gli ufficiali, un uomo solo senza una buona squadra, che qui c’è già, non va da nessuna parte. In materia di sicurezza dovremo studiare strategie nuove. Siamo aretini tra gli aretini, infatti il primo elemento fondamentale è la conoscenza dei cittadini. Un altro obiettivo, sempre di primaria importanza, è creare una sinergia con le altre forze dell’ordine. Sono sicuro di avere in questo corpo ottimi professionisti e grande attenzione la dedicheremo anche alla formazione” ha aggiunto il neo comandante.
L’ingegner Giovanni Baldini: “si conclude oggi un periodo in cui ho svolto un compito impegnativo, che ho portato avanti con determinazione. È stata un’importante occasione di crescita professionale”.
 
  CINO AUGUSTO CECCHINI: LA SCHEDA
Classe 1954, laureato in giurisprudenza presso l’Università di Bologna, dal primo settembre 2015 dirigente della polizia municipale di Padova, dove ha svolto una lunga carriera a partire dal 1998, dopo aver vinto il concorso ed essere entrato come funzionario della polizia municipale del capoluogo veneto. Infatti, dal 2005 al 2008 è stato dirigente capo del servizio di polizia municipale e dal 2012 al 2014 comandante del corpo della polizia provinciale di Padova, per poi tornare alla polizia municipale. Tra le esperienze professionali da segnalare anche l’incarico di funzionario presso il ministero di Grazia e Giustizia, assegnato al tribunale di Bassano del Grappa nel 1984. E dal 1986 al 1990 è stato funzionario dirigente della Pretura di Camposampiero, reggendo prima la Pretura di Este e successivamente quella di Cittadella. Dal 1990 al 1998 ha avuto l’incarico di funzionario dirigente della procura circondariale della Repubblica di Padova. Dal 1992 al 1998 è stato referente per gli uffici giudiziari della Regione Veneto delle procedure informatiche del ministero di Grazia e Giustizia e membro della commissione Ministeriale per lo sviluppo della lettura ottica. Dal 1978 al 1984 è stato nominato segretario giudiziario e assegnato alla procura della Repubblica di Padova.

Condividi l’articolo

Vedi anche: