Parte l’avventura europea del karate toscano

Il karate toscano parte alla conquista dell’Europa. Enrico Pelo, maestro dell’Arezzo Karate, è il tecnico che accompagnerà cinque squadre toscane al 13° Campionato Europeo per Rappresentative Regionali, un appuntamento in programma sabato 6 e domenica 7 giugno a Parigi. Il gruppo regionale è già partito alla volta della capitale francese con il dichiarato obiettivo di dar seguito al bronzo continentale conquistato lo scorso anno in Turchia dalla squadra giovanile femminile di Kata (Forma) e di confermare così il valore del proprio movimento di karate. Le selezioni per partecipare agli Europei sono avvenute lo scorso febbraio in occasione dei Campionati Italiani, con la Toscana che ha trovato gloria cogliendo numerose medaglie e qualificando cinque squadre su otto: oltre alle rappresentative femminili giovanili e senior di Kata, saranno presenti le rappresentative femminili giovanili e senior di Kumite (Combattimento) e la rappresentativa maschile senior di Kumite. Ad aver individuato i migliori atleti toscani da portare a Parigi è stato proprio l’aretino Pelo che, in qualità di direttore dei centri tecnici regionali, si è occupato di impostare il lavoro di avvicinamento agli Europei e di formare le varie squadre. Questa scelta si è rivelata quanto mai difficile perché il karate toscano sta vivendo un ottimo momento, dunque sono stati privilegiati gli atleti più esperti e più in forma sacrificando, ad esempio, due talenti dell’Arezzo Karate come Ilaria Badalotti e Simone Benincasa. I toscani se la vedranno con un’agguerrita concorrenza di trentasei regioni di diciotto nazioni di tutto il continente, ma i buoni risultati ottenuti nelle ultime gare disputate rappresentano un motivo di ottimismo per sperare in qualche prestigiosa medaglia. «I nostri atleti sono carichi e consapevoli del loro valore – commenta Pelo. – Partiamo per Parigi con l’obiettivo di portare la Toscana ai vertici del karate europeo».

Condividi l’articolo