Direttore del carcere scrive ai suoi uomini elogiandoli

Direttore del carcere di Arezzo scrive lettera di ringraziamento ai suoi uomini, condividendola con il ministero della giustizia, per i sacrifici fatti lo scorso weekend in occasione degli interrogatori dei trenta arrestati nella maxi retata antidroga che hanno costretto ad un lavoro senza sosta per quasi 24 ore. Il rignraziamento è andato alla polizia penitenziaria di Arezzo e alle scorte di Perugia, Grosseto, Firenze, Siena e Spoleto. “Questa direzione è orgogliosa – scrive Paolo basco direttore del carcere aretino – per le belle praole espresse dal Gip del Tribunale di Arezzo Piergiorgio Ponticelli, per il lavoro fatto senza risparmio di froze ed energie” che ha portato a lavorare senza sosta alcuna dalle 9 di sabato mattina alle 5 di domenica scorsa. “E’ stato necessario gestire una logistica estremamente difficile, solo grazie all’elevato senso di responsabilità, competenza professionale e spirito di sacrificio tutto si è risolto nel migliore dei modi. Vorrei segnalare anche la perfetta sintonia con la magistratura”.

Condividi l’articolo