Moldavo ucciso a Monte San Savino

Ladro ucciso nella notte  colpito da due colpi di arma da fuoco esplosi pare dal titolare della ditta presa di mira, una rivendita di gomme di Monte San Savino. La vittima aveva 29 anni e secondo una prima ricostruzione dei carabinieri sarebbe stata raggiunta da due colpi di arma da fuoco di cui uno al ginocchio e l’altro alla coscia. A chiamare i carabinieri il titolare della rivendita di gomme che esasperato da ben 38 furti subiti negli ultimi anni dormiva dentro l’azienda. I colpi di pistola sarebbero stati esplosi all’interno del magazzino quando il gommista ha avuto la certezza di essere un’altra volta vittima di un raid ladresco. Il moldavo ferito si è trascinato fuori e ha cercato di scappare ma è caduto  in mezzo alla strada. Probabilmente era stato centrato all’arteria femorale ed è morto dissanguato. Inutili i tentativi di soccorso del 118 che ha constato due ferite d’arma da fuoco al ginocchio e alla coscia. Il tragico episodio in via della Costituzione, nel pieno della zona industriale di Monte San Savino Sul posto insieme ai carabinieri il pm di turno Andrea Claudiani e il proprietario della ditta. 

Condividi l’articolo

Vedi anche: