Lutto, morto l’ex trainer dell’Arezzo Mario Russo

 E’ morto Mario Russo, ex allenatore dell’Arezzo. Il 69enne ex calciatore del Lecce, apprezzato e noto opinionista televisivo è morto oggi pomeriggio, a seguito di un malore che gli ha provocato un fatale aneurisma. Russo, un signore come pochi, una persona pacata, misurata, ma anche un “buon padre” per tutti quelli che l’hanno conosciuto anche negli ambienti giornalistici, ha vestito a più riprese la maglia del Lecce, dal 1964 al 1966 e poi dal 1977 al 1979 (61 presenze e 5 reti in maglia giallorossa). In mezzo la Roma, dove ha coronato il suo sogno di entrare nel giro del grande calcio, poi il Vicenza, la Ternana, il Catanzaro, l’Atalanta e tantissime altre maglie, per chiudere la carriera da calciatore a Squinzano, al punto più alto del calcio squinzanese, giunto sino in Serie C2. Sconfinata la carriera da tecnico, a Nardò, a Martina Franca, a Monopoli, ad Arezzo, alla Salernitana, al Campobasso, al Casarano, alla Casertana, alla Fidelis Andria, al Barletta, al Catania, al Rimini, a Tricase, a Crotone, ad Avellino, alla Cavese, alla Palmese e a Cosenza, dove nel 2004 ha lasciato il calcio.Chi vi scrive è stato suo compagno di viaggio, per tre bellissimi campionati, forse i più belli della storia recente del Lecce, a TeleNorba, dove Russo ha fatto l’opinionista in cronaca diretta durante le gare del Lecce di B e di A, “appuntando” di tattica e delle sue riflessioni le telecronache in tempo reale.Passato dietro la scrivania da diverse stagioni Russo era Direttore Generale del Monopoli, apprezzatissimo nella città in cui aveva dato tanto da tecnico. la sua esperienza ad Arezzo non fu molto fortunata. In ogni caso ebbe l’opportunità di farsi apprezzare. Da calciatore fece parte di quella Ternana diretta da Corrado Viciani che passò nella storia del calcio per il gioco corto

Condividi l’articolo