Cassazione conferma assoluzione di Enzo Boschi

La Corte di Cassazione ha confermato l’assoluzione in appello per Enzo Boschi e tutta la commissione grandi rischi. Decade tutto il cartello accusatorio che in primo grado era costato allo scienziato aretino la condanna a 6 anni, poi annullata nel secondo grado di giudizio. Boschi era stato accusato di non aver avvertito del possibile terremoto a L’Aquila e in Abruzzo nel 2009. Solo il responsabile della protezione Civile ha pagato dazio. Per Boschi, originario di Arezzo, già presidente dell’Istituto di Geofisica, una straordinaria rivincita dopo un periodo decisamente non facile

Condividi l’articolo