Nocentini terzo al Campionato italiano di ciclismo. Aru tricolore

Grande prestazione dell’intramontabile Rinaldo Nocentini che si piazza terzo nel giorno di Fabio Aru in occasione della prova unica su strada che assegnava a Ivrea la maglia di campione nazionale.

Il sardo dell’Astana ha fatto la differenza sulla salita della Serra ed è arrivato solo al traguardo di Ivrea con una straordinaria azione. Secondo Diego Ulissi, terzo Rinaldo Nocentini. Aru, che aveva saltato il Giro d’Italia in seguito a un infortunio in allenamento, non vinceva dal Delfinato 2016. Nell’albo d’oro succede a Giacomo Nizzolo. Sfoggerà la maglia tricolore al Tour de France che scatta l’1 luglio da Dusseldorf. “Ho corso con la maglia di Michele Scarponi – ha detto Fabio all’arrivo, visibilmente commosso – . Me l’aveva data a Sierra Nevada. Adesso la restituirò alla famiglia. Questi mesi non sono stati facili per me, ma sto rivedendo la luce”.  Il campionato italiano, 236 km da Asti a Ivrea, si infiamma all’ultimo giro. A 17 km dal traguardo, all’ultimo passaggio sulla salita della Serra, Aru rompe gli indugi. Moscon e Caruso provano a tenere la ruota, ma una seconda accelerazione del sardo li distanzia definitivamente. Alle sue spalle si forma un sestetto di inseguitori con Brambilla, Ulissi, Nibali, Nocentini, oltre che Moscon e Caruso. Allo scollinamento Aru è solo con 34’’ di vantaggio su Moscon, Ulissi, Nocentini e Caruso. In discesa e nel successivo tratto in piano il distacco non diminuisce: il sardo arriva in solitaria.

(nella foto il podio tricolore con Fabio Aru ci sono Diego Ulissi e Rinaldo Nocentini).

Condividi l’articolo