Ordinanza anti -alcol, associazioni mobilitate, Confcommercio annuncia ricorso al Tar

Ordinanza anti-alcol emessa dal comune di Arezzo, Confcommercio annuncia possibile ricorso al Tar. Presa di posizione ufficiale delle associazioni di categoria che si sono riunite nel pomeriggio. La Confcommercio ha consegnato un documento al comandante della polizia municipale di Arezzo Cino Augusto Cecchini dove chiede lo slittamento dell’orario dall’una alle due di notte per la somministrazione di alcolici, l’esenzione per i locali da ballo, la possibilità di asporto per alcune categorie e nessuna deroga ad hoc per le cene propiziatorie organizzate dai quattro quartieri della Giostra del Saracino. Confcommercio ha annunciato poi il possobile ricorso al Tar della Toscana poiché l’ordinanza, secondo l’associazione, presenta caratteri di illegittimità. Confesercenti ha annunciato la richiesta al sindaco Ghinelli di modifiche all’ordinanza, da attuare con una serie di incontri con i gruppi consiliari di maggioranza e di opposizione per un confronto intorno al tema che ha portato all’emenazione dell’ordinanza ovvero l’abuso di alcol. “Secondo la nostra opionione – ha dichiarato il direttore di Confesercenti Arezzo Mario Checcaglini – l’ordinanza penalizza chi lavora da sempre in modo corretto ed ha bisogno di essere modificata”.

Condividi l’articolo

Vedi anche: