La Chimera Nuoto incontra l’ideatrice del nuoto neonatale

Il palazzetto del nuoto di Arezzo si conferma uno dei principali poli italiani per lo sviluppo del nuoto neonatale. Nei giorni scorsi si è svolto un evento di formazione rivolto ad allenatori e ad istruttori che è stato tenuto dalla dottoressa Manuela Alba Giletto, l’ideatrice del “Metodo Giletto” utilizzato in tutta la penisola per insegnare nuoto ai bambini da 0 a 6 anni. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con la Scuola Nazionale di Educazione Acquatica Infantile, è stata fortemente voluta dalla Chimera Nuoto come momento di aggiornamento e di crescita necessario per offrire alle famiglie aretine corsi sempre più professionali e all’avanguardia. Le lezioni della scuola nuoto neonatale, infatti, aggregano ogni anno sempre più bambini che nelle piscine del palazzetto imparano già nei primi mesi di vita a muoversi in acqua e ad acquisire sicurezza, praticando un’attività che aiuta lo sviluppo affettivo, cognitivo, linguistico e motorio. I protagonisti di questi corsi sono anche i genitori che stanno in vasca con i figli assicurando una presenza costante e rassicurante che funge da stimolo e da supporto all’apprendimento. «Trattandosi di un’attività rivolta ai neonati e ai loro genitori – spiega Marco Magara, direttore sportivo della Chimera Nuoto, – è doveroso che i nostri istruttori siano preparati e costantemente aggiornati per rispondere con professionalità alle esigenze delle famiglie e alle caratteristiche dei singoli bambini. Ringraziamo la dottoressa Giletto per aver accolto il nostro invito a partecipare a questo evento formativo volto a garantire un ulteriore miglioramento qualitativo della nostra proposta». Dopo una prima parte in aula, l’evento si è svolto principalmente in acqua dove la Giletto ha spiegato le evoluzioni del proprio metodo e le nuove tecniche legate allo spostamento autonomo dei bambini in vasca, dal galleggiamento all’apnea. Nel corso del fine settimana è stato affrontato un ulteriore tema su cui la Chimera Nuoto è intenzionata ad investire, cioè la possibilità di diffondere il nuoto ai bambini delle scuole materne promuovendo un progetto approvato dal Ministero della Pubblica Istruzione. «L’obiettivo di questo progetto – aggiunge Magara, – è di promuovere la sicurezza in acqua tra il maggior numero possibile di bambini, facendo maturare in loro un sereno approccio verso gli ambienti acquatici e fornendogli le più basilari nozioni del nuoto. La dottoressa Giletto ci garantirà un prezioso supporto per porre le prime basi per riuscire già dalla prossima stagione ad insegnare nuoto nelle scuole materne».

Condividi l’articolo