teletruria

Furti, controllo si ma spesso qualcosa sfugge

Il recente furto alla ditta Avanzati di Albergo ripropone con puntuale e preoccupante attualità il tema delle razzie in aziende e appartamenti che, in estate, aumentano in maniera esponenziale. La percezione di insicurezza dunque è sempre più elevata come dimostrano le parole dell’imprenditrice derubata in Valdichiana. “Non ci sentiamo tutelati”. Non sentirsi tutelati in effetti è legittimo ma come fare? Nel centro cittadino fino all’una di notte sono in servizio carabinieri, polizia e municipale poi restano i primi due. Il pattugliamento è continuo ma compatibile al numero del personale e alle esigenze legate ad orari e tutele sindacali. Insomma oltre non si può andare mentre i ladri oltre ci vanno eccome. Sono rapidi, agiscono in zone difficilmente controllabili e fanno perdere sempre più spesso le loro tracce. Di fronte ad arresti pressochè quotidiani di personaggi legati alla microcriminalità, per contro si registra, la crescita del fenomeno che però, se si vanno a vedere i numeri, è più legata alla percezione che non alla realtà che parla invece di dati in calo. Prevenire resta la medicina migliore ma, anche allarmi e pattugliamenti, spesso non bastano a garantire una sicurezza che sembra sempre più minata anche da crisi e cambiamenti sociali.

Condividi l’articolo

Vedi anche: