Coma etilico a 15 anni, migliorano le condizioni, indagini in corso

Migliorano le condizioni della 15enne casentinese trovata questa mattina alle 11,45 da un passante in coma etilico nei pressi delle scale mobili che dal parcheggio Pietri portano al centro storico di Arezzo. L’adolescente, ricoverata presso l’ospedale aretino di San Donato, si è risvegliata dal coma mostrando segni evidenti di miglioramento. Accanto a lei i genitori che credevano la figlia a scuola e che si sono precipitati di corsa ad Arezzo uina volta avvisati. Secondo una prima ipotesi tracciata dalla polizia locale che indaga sull’ accaduto, la 15enne, che studia in un istituto superiore di Arezzo, avrebbe deciso con altri compagni di “marinare” la scuola per bere insieme una bottiglia pare di grappa. Poi si sarebbe sentita male e gli amici, probabilmente impauriti, avrebbero atteso l’arrivo dei soccorsi prima di darsi alla fuga, alcuni testimoni avrebbero visto alcuni ragazzini allontanarsi velocemente con una bottigia di grappa in mano. Gli agenti della polizia locale hanno effettuato nel pomeriggio un attento sopralluogo, insieme ai tecnici dell’Atam, la società che gestisce le scale mobili, per acquisire le riprese delle telecamere di sicurezza ed elementi utili a ricostruire la storia e individuare gli amici che erano con lei. Si cerca di capire anche dove sia stata acquistata la sostanza alcolica nonostante l’ordinanza del sindaco che ne vieti vendita e uso in luoghi aperti.

Condividi l’articolo

Vedi anche: