La Chimera torni ad Arezzo. L’appello di Sgarbi a Franceschini alla mostra di Ugo Riva

L’occasione era ghiotta, la bellissima mostra di Ugo Riva in Fortezza. “Un luogo ideale che mi ha affascianto – ha detto lo scultore – Non potevo non fare una mostra qua”. la cura è di vittorio Sgarbi che ancora una volta ha confermato il suo amore verso la terra di Arezzo. Sette giorni fa era a Poppi per il Premio Casentino. “Un luogo come la Fortezza è l’ideale per iniziative di questo tipo. Dopo Theimer, l’occasione giusta era questa con Ugo Riva, uno dei più grandi scultori del nostro tempo”. E per agganciare il legame con il passato Sgarbi ha fatto un appello al Ministro Franceschini: “La Chimera, almeno in maniera temporanea, starebbe bene qua. Provi a superare i dispositivi, la burocrazia, i sovrintendenti. Questo è il luogo ideale”. Come dargli torto? Ghinelli da parte sua non nasconde la sua soddisfazione. “Questo luogo c’è chi lo voleva per le salcicce e per le mortadelle…”

Condividi l’articolo