Dalla Consob nuovi problemi per ex cda di Banca Etruria

In tutto la multa è di 2.6 milioni di euro. La dovranno pagare i componenti degli ultimi due cda di Banca Etruria, la banca che non c’è più ma che non può essere certo cancellata visto gli effetti collaterali che ha lasciato. Nel mirino le autorizzazioni emesse per le obbligazioni dal 2012 al 2014. In tutto sono 33 le persone destinate a subire il provvedimento della Consob che si assomma a quelli già attivati da Bankitalia. Torna in primo piano, sulla gogna mediatica, la posizione di Pierluigi Boschi (nella foto). Il suo ruolo ancora non è finito nel filone bancarotta anche perchè l’inchiesta dal Pm Rossi ha riguardato un periodo antecedente l’ingresso dello stesso Boschi nella stanza dei bottoni.

Condividi l’articolo

Vedi anche: