Ora: Bene il sindaco nel chiedere inversione di rotta per Saione. Un atto per il Daspo

I fatti incresciosi degli ultimi giorni impongono una seria inversione di tendenza nellalotta al degrado urbano e nel tentativo di ridare ai cittadini la serenità di un tempo.Bene fa, quindi, il sindaco a stimolare le istituzioni preposte e speriamo che stavolta,dopo le ultime polemiche, sia la volta buona perché in città la presenza delle forzedell’ordine sia incrementata in virtù del maggior bisogno che, sia chiaro, non èrappresentato solo dalla maggior presenza di migranti.Un’amministrazione comunale non può fare più di tanto quando si tratta di fronteggiaresituazioni di guerriglia urbana – perché di ciò si tratta – come quella sviluppatasidomenica scorsa. Può partecipare, però, con la Polizia Municipale ad operazionicoordinate tra le varie forze dell’ordine ed apportare il suo valido contributo.E il sindaco deve essere messo in grado di utilizzare tutte le possibilità che la legge glimette a disposizione.Per questo il gruppo consiliare OraGhinelli ha depositato un atto di indirizzo, da discuterenel prossimo consiglio comunale, con il quale chiede che si rafforzino le sinergie tra leistituzioni del territorio e per mezzo del quale propone le modifiche al regolamento diPolizia Urbana che consentano al sindaco l’applicazione del cosiddetto “daspo urbano” el’emissione di ordinanze coerenti con quanto affermato dal D.L. 14/2017 convertito inLegge 48/2017 (cd. Decreto Minniti).Auspichiamo un voto unanime dell’atto, perché la sicurezza dei cittadini non ha colorepolitico.

Condividi l’articolo

Vedi anche: