Antibiotico-resistenza, infettivologi da tutta Italia si confrontano ad Arezzo

Si conclude domani, domenica 18 novembre, la “Settimana mondiale per la consapevolezza degli antibiotici” che si celebra ogni anno su iniziativa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.Il problema dell’antibiotico resistenza è globale e importante. “Negli ultimi anni l’utilizzo eccessivo, sia in medicina umana che veterinaria, ha contribuito a determinare il fenomeno dell’antibiotico-resistenza a livelli tali che può essere compromessa la capacità di combattere le malattie infettive, in questo caso batteriche – spiega Danilo Tacconi, Direttore UOC Malattie Infettive di Arezzo e Responsabile AFD Medicine Specialistiche della Asl Toscana Sud Est –  Drammaticamente, si dimostra che in Italia si è purtroppo verificato addirittura un terzo di tutti i decessi (pari a 10 mila morti) correlati all’antibiotico resistenza, rispetto al resto d’Europa”. E proprio Arezzo sta ospitando in questi giorni il convegno SIMIT   regionale degli infettivologi, presieduto da Tacconi.  Sono presenti esperti di livello nazionale che affrontano le più importanti patologie infettive.  Sono previste sessioni dedicate, oltre all’uso appropriato della terapia antibiotica, anche agli ottimi risultati riguardanti il trattamento dell’epatite C, con l’obiettivo dell’eradicazione dal territorio nazionale.

Condividi l’articolo