Il meglio del taekwondo toscano combatte a Castiglion Fiorentino

Il meglio del taekwondo toscano si sfida a Castiglion Fiorentino. Domenica 7 giugno il palasport “Fabrizio Meoni” ospiterà oltre 350 atleti dai 12 ai 35 anni che si sfideranno in un doppio evento organizzato dalla sinergia tra il Centro Taekwondo Arezzo e l’NrGym di Pieve al Toppo. La mattina, infatti, si svolgerà il campionato regionale per le categorie Cadetti A, Juniores e Senior, mentre il pomeriggio è in programma la prima edizione del meeting di combattimento per squadre regionali del Nord Italia. Gli incontri partiranno dalle 9.00, con una bella sfida che vedrà opposti tanti promettenti atleti di quindici società e che si concluderà con l’assegnazione dei vari titoli toscani. Il Centro Taekwondo Arezzo affronterà questo impegno con quattro rappresentanti: Alex Botnari, Mirco Vannini e l’esordiente Thomas Geppetti si metteranno alla prova nei Cadetti A, mentre Gabriele Bichi negli Juniores. «La provincia di Arezzo – spiega Andrea Rescigno, presidente del Centro Taekwondo Arezzo, – sta sempre più diventando il fulcro delle principali gare del taekwondo regionale: a Castiglion Fiorentino sarà possibile ammirare i calci in volo di alcuni dei migliori talenti toscani dell’arte marziale più praticata al mondo. L’ingresso a tutte le gare sarà gratuito, dunque invitiamo al palasport “Fabrizio Meoni” l’intera cittadinanza e tutti gli appassionati di questa disciplina». L’eccezionalità dell’evento castiglionese è però rappresentata dal meeting pomeridiano in cui combatteranno le rappresentative regionali Juniores e Senior di Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Umbria e Veneto. È la prima volta che viene organizzato un appuntamento di questo genere, con una gara che riprende lo schema della Coppa Italia applicandolo esclusivamente alle regioni del Nord Italia: una serie di scontri individuali permetterà di stilare la classifica tra tutte le rappresentative. A guidare le squadre toscane sarà Antonino Cappello, presidente dell’NrGym, che potrà fare affidamento sul talento dell’aretina Sara Viti, già campionessa italiana e convocata in nazionale per gli ultimi mondiali Under14 in Azerbaijan. «Siamo soddisfatti per la partecipazione e l’entusiasmo riscossi da questo meeting – aggiunge lo stesso Cappello. – Eravamo intenzionati a fornire ai nostri atleti un’occasione di crescita e di confronto di elevato livello, dunque la grande risposta arrivata dalle regioni certifica la bontà della nostra intuizione».

 

Condividi l’articolo