L’Arezzo perde di misura a Pesaro. Decisivo il rigore di Diop. Mancini di nuovo in tribuna con La Cava

Amaranto sconfitti di misura a Pesaro. Nell’amichevole contro la Vis è stato decisivo un calcio di rigore trasformato da Diop a tre minuti dalla fine, rigore concesso per un fallo di Pinto sull’attaccante senegalese. All’inizio del secondo tempo anche l’Arezzo aveva reclamato un penalty per un intervento in area ai danni di Bruschi, ma l’arbitro aveva lasciato correre.Senza Dal Canto in panchina a causa del malore accusato ieri sera (auguri al mister che comunque sta meglio) e con il vice Lamma a guidare la squadra, l’Arezzo si è schierato con il 4-3-3, anche se sono cambiati molto degli interpreti di mercoledì sera. Debutto positivo per Pelagatti in difesa e perBasit in mediana. La partita, condizionata dalla pioggia e dal campo allentato, ha offerto pochissime emozioni. A metà ripresa Lamma ha cambiato sette giocatori contemporaneamente. E a tre dalla fine, quando lo 0-0 sembrava scritto, è arrivato il rigore di Diop. In tribuna, insieme a Giorgio La Cava, al direttore generale Ermanno Pieroni e al direttore sportivo Emiliano Testini, anche l’ex presidente amaranto Piero Mancini. 

Condividi l’articolo