Premio Casentino: Calenda da forfait, Sgarbi arriva in ritardo. Applausi per Cerno

Nella splendida cornice dell’Abbazia di San Fedele a Poppi si è svolta stamani la consegna della 42esima edizione del Premio Casentini. Tra i Premi d’onore si segnalano i riconoscimenti dati a Francesco d’Episcopo per la critica letteraria, Eugenio Giani per l’attività culturale, Claudio marenzi, per l’imprenditoria, Alessandro Palmieri per la Medicina, Franco Sbarberi per la filosofia, Tommaso Cerno per il giornalismo e Vittorio Sgarbi per la critica d’arte. Sgarbi è arrivato quasi alla fine e non ha perso tempo a monopolizzare le attenzioni polemizzando con il Premio Viareggio che ha bocciato il testo scritto dal padre. la dedica del premio casentino dunque va proprio a lui – ha detto il noto critico – che non ha mancato di ringraziare chi ha pensato a lui con una nota molto articolata. In precedenza Tommaso Cerno, direttore de l’Espresso ha tenuto banco con unavera e proria lezione sul ruolo del giornalista, sul rapporto con il potere. Tanti applausi per lui. Assente il Ministro Calenda che non ha potuto presenziare alla iniziativa.

Condividi l’articolo

Vedi anche: