Mercato Arezzo, nella lista di Pieroni anche Terigi e Spighi

Confermato l’interesse dell’Arezzo per l’attaccante Matteo Brunori (94) e per il trequartista KristianKeqi (96). Ne avevamo dato notizia nei giorni scorsi e in effetti le trattative sono in corso. Il fatto che nell’ultima annata abbiano entrambi militato in serie D, non è un ostacolo. Anzi, la società amaranto starebbe sondando diversi profili tra i dilettanti.Brunori, 23 gol con il Villabiagio, è una prima punta. Ha già toccato la serie C ma senza fortuna, vestendo le maglie di Foligno, Reggiana e Pro Patria. Il suo cartellino è di proprietà del Parma e l’Arezzo sta provando a strappare qualcosa più del prestito secco.Keqi, italo albanese nato a Firenze, alla Sangiovannese ha fatto il salto di qualità. E’ giovane, è un under, è duttile tatticamente e può coprire diversi ruoli dalla metà campo in su. Per questo su di lui ci sono i riflettori puntati.In difesa, una pista calda porta a Leonardo Terigi (91), nell’ultima parte di stagione alla Pistoiese (11 presenze, 10 da titolare). Difensore centrale di stazza, è svincolato e ha buona esperienza di categoria: ha giocato a Carpi, Grosseto e Alessandria, prima di trasferirsi al Siena dove non ha avuto granché spazio. Meglio in arancione con Indiani.L’altra pista conduce a Mirco Spighi (90), reduce da un buon torneo con il Catanzaro (27 presenze, 16 dall’inizio, 2 gol). E’ un quinto naturale ma può giocare anche a quattro. Dopo il Rimini, è approdato in club ambiziosi come Alessandria e Spal, dove era definito un tuttocampista per la disinvoltura con cui copriva anche i ruoli di centrocampo. A Ferrara ha conquistato la promozione e assaggiato la B, prima di scendere a Teramo e in Calabria. Anche lui è in scadenza di contratto.Per quanto riguarda l’attacco, potrebbero incrociarsi di nuovo le strade dell’Arezzo e di DanieleBazzoffia (88), che proprio Pieroni portò in amaranto nella squadra primavera che comprendeva anche Ranocchia, Sereni, Calderini e Bernicchi. Esterno offensivo, ha alle spalle tanta C e due puntate all’estero in Slovenia e Portogallo. Quest’anno a gennaio ha lasciato la Pro Piacenza per tornare aGubbio.Sul taccuino dei dirigenti amaranto c’è poi una vecchia conoscenza come Daniele Ferri Marini (90), ex Sansepolcro, ala o seconda punta. Due stagioni addietro disputò un ottimo torneo con il Gubbio di Magi, ma poi preferì scendere in serie D a Forlì: promozione sfuma

Condividi l’articolo