Il BaskIn della Sba entra nel vivo della sesta stagione

Il basket integrato della Sba è giunto alla sua sesta stagione di attività. La società aretina ha confermato il proprio impegno sociale riproponendo il corso di pallacanestro di BaskIn che permette a chi ha disabilità fisiche, intellettive e relazionali di fare sport e di giocare insieme ad atleti normodotati. Questa iniziativa, completamente gratuita e sostenuta dalla Caritas diocesana vuole introdurre alla pallacanestro i ragazzi con disabilità, fornendogli le basi motorie e tecniche per allenarsi, per giocare e per divertirsi. Il BaskIn, curato dai tecnici Paolo Bruschi e Federico Fracassi, fa affidamento in questa stagione su un gruppo di dieci ragazzi di diverse età, con un mix tra alcuni atleti già presenti anche in passato e qualche nuovo innesto che si è aggiunto nel corso delle ultime settimane.

Condividi l’articolo