Crisi Arezzo, Di Matteo pronto all’offerta. Ma chiede un sostegno locale

”Pensare che un unico soggetto investa un milione all’anno, è fuori luogo: ho sperimentato in prima persona che la serie C è un pozzo senza fondo. Con un gruppo di finanziatori, però, si può fare bene, mi piacerebbe seguire l’esempio della Spal. E non voglio fare business con le mie aziende, mi interessa solo il calcio. Sviluppi? Nei prossimi giorni”. Queste le parole di Nicola Di Matteo, l’imprenditore di origine campana, interessato a rilevare le quote di maggioranza dell’Us. Arezzo. Di Matteo si è incontrato con il sindaco in contemporanea alla assemblea di Orgoglio Amaranto. La prossima settimana, al ritorno dal belgio, dove si trova per un meeting di Eurocity, il sindaco convocherà tutti gli interessati a tirare le somme. Serve una svolta rapida visto che ci sono delle scadenze da rispettare.

Condividi l’articolo