Cantarelli, proroga al 9 settembre

Estate di tensione e attesa alla “Cantarelli” l’azienda aretina specializzata in produzione di abbigliamento maschile di lusso. “Il Tribunale di Arezzo – ha annunciato l’azienda stessa tramite una nota – sulla domanda di accesso alla procedura di concordato preventivo avanzata dalla Cantarelli, si è pronunciato con provvedimento in data odierna che, di fatto, rinvia la decisione sulla detta ammissibilità all’udienza del 9 settembre”. La nota prosegue. “Il provvedimento del Tribunale, in ragione dell’urgenza di effettuare il conferimento d’azienda nella newco e dunque della necessità di garantire la continuità produttiva dell’azienda, lascia sia il titolare Alessandro Cantarelli che che il nuovo amministratore delegato Emiliano Rinaldi molto delusi e preoccupati. Ancor più delusi e preoccupati da tale provvedimento lo saranno certamente i lavoratori”. L’azienda, che di recente ha stabilito il definitivo spostamento da Rigutino nel comune di Arezzo a Cortona, occupa oltre duecento lavoratori. Tra i punti della trattativa in corso la vicenda legata ai superminimi e i tagli ai premi di produzione che i sindacati speravano di poter superare tramite la costituzione della nuova newco.

Condividi l’articolo