Inchiesta pubblica per l’impianto di carbonizzazione idrotermale a Chiusi

Quattro sedute per l’inchiesta pubblica sulla costruzione del carbonizzatore idrotermale a Chiusi. I cittadini facenti parte del comitato ARIA si schierano contro questo impianto, che sarebbe il primo del genere in Italia e il più grande d’Europa con 80mila tonnellate annue di fanghi di depurazione trattate.

Condividi l’articolo