Lilt Arezzo, la prevenzione oncologica viaggia in taxi

La prevenzione oncologica viaggia in taxi. La Lilt provinciale di Arezzo ha stipulato una convenzione con la Cooperativa Taxi Arezzo per garantire la possibilità di raggiungere comodamente e a basso costo gli ambulatori per le visite mediche e sanitarie. L’accordo si rivolge a tutti i tesserati dell’associazione ed è volto a promuovere la lotta ai tumori fornendo un’ulteriore forma di assistenza a tutti coloro che hanno difficoltà a spostarsi autonomamente, dunque in particolar modo agli anziani e ai non-autosufficienti. La Lilt organizza ogni anno ad Arezzo una serie di iniziative e di campagne nazionali volte ad assicurare controlli gratuiti (dalla visita senologica alla visita broncopneumologica e alla mappatura dei nei), ma l’impegno nella prevenzione al cancro è quotidiano grazie ad una rete di medici che garantiscono visite a tariffe agevolate per controlli diagnostici e specialistici in tutti gli ambiti sanitari. Molte persone hanno però denotato difficoltà negli spostamenti per effettuare queste visite, dunque l’accordo raggiunto con la Cooperativa Taxi Arezzo rappresenta la soluzione per superare queste problematiche. La convenzione, valida al costo di 8,5 euro dentro l’area urbana di Arezzo anche per trasporti non a scopo esclusivamente sanitario, è attivabile contattando la Lilt provinciale di Arezzo o direttamente la Cooperativa Taxi Arezzo allo 0575/38.26.26. «Il nostro obiettivo – spiega Ivan Cipriani Buffoni, presidente della Lilt provinciale, – è di garantire sempre più servizi ai nostri associati. Ringraziamo dunque la Cooperativa Taxi Arezzo per la sensibilità mostrata nei confronti del nostro impegno nella lotta ai tumori: il suo supporto ci permette di assicurare la mobilità per le visite mediche e sanitarie all’interno della nostra città per coloro che altrimenti avrebbero difficoltà a spostarsi». Questa è la prima di una serie di convenzioni che la Lilt di Arezzo si prepara a stringere con numerose realtà del territorio per rendere la prevenzione oncologica sempre più efficiente e a portata di tutti.

Condividi l’articolo