Le novità nella Chiesa aretina: Fabrizio Vantini nuovo vicario della Diocesi

Come ormai tradizione invalsa che, in occasione della S. Messa stazionale che conclude i festeggiamenti in onore di S. Donato, siano rese note le nomine dei nuovi Parroci della Diocesi e di coloro, sacerdoti e laici, incaricati di ministeri e servizi particolari nella Chiesa diocesana: don Josè Disney Torres Gonzales parroco di Levanella, don Albert Facely Millimouno vicario parrocchiale di Laterina, don Didier Beasara parroco di Ortignano-Raggiolo, don Ernesto D’Alessio proposto di Bibbiena, don Radoslaw Gulba, vicario parrocchiale di Anghiari, don Bonaventura Anaike, vicario parrocchiale di Rassina, don Rube Mansilla De la Torre, parroco di Talla, don Antonio Sascauco, parroco di Pieve a Socana, don Simeon Ench Ezennia vicario parrocchiale di Foiano, don Daniele Leoni parroco del Pozzo della Chiana, don Decio Tucci amministratore parrocchiale di sant’Andrea a Pigli , don Piero Mastroviti, vicario parrocchiale di Castelnuovo Berardenga, don Stefano Sereni parroco di santa Firmina, don Richard Kululu Mompal wovicario parrocchiale di Capolona, don Athanase Kono vicario parrocchiale di Le Ville di Monterchi, don Michal Piotr Zbrojkiewicz, S.A.C.parrocchia di San Leodon Michal Gòrski, S.A.C.parrocchia di San Leopadre Raffaele Minniti, parroco dell’Unità pastorale di Santa Maria in Gradi e San Domenico don Armando Bazzicalupo vicario parrocchiale dell’Unità pastorale di Santa Maria in Gradi e San Domenico don Arkadiusz Siergiejuk vicario parrocchiale in Valdambra, don Josè Enrique Salgado, vicario parrocchiale di San Niccolò in Soci e Casanova. E’ stato annunciata anche la nomina di don Fabrizio Vantini a vicario generale della Diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro. Don Fabrizio Vantini, nato l’11 marzo 1977, è casentinese di Chitignano. Attuale parroco di san Niccolò a Soci, è vicario episcopale della Zona Pastorale casentino, vicario foraneo dell’Alto Casentino, assistente dell’Azione Cattolica diocesana oltre ad altri incarichi. Licenziato alla Pontificia Università Gregoriana in Storia della Chiesa, insegna all’Istituto di Scienze Religiose Beato Gregorio X ed è autore di varie pubblicazioni in materia. Alla celebrazione in Duomo hanno partecipato i sacerdoti della nostra Diocesi e  per sottolineare l’universalità della figura di san Donato e lo spirito ecumenico, proprio della nostra Diocesi, non è senza significato che abbiano partecipato alla celebrazione eucaristica anche rappresentanti di altre confessioni, tra cui: il proto presbitero della chiesa di Costantinopoli padre Octavian Tumuta della Chiesa ortodossa romena di San Giovanni Battista in San Bartolomeo ad Arezzo, padre Oleksander Volodymyrovych archimandita della Chiesa Russa Ortodossa, padre Thomas della chiesa ortodossa indiana e vari laici della chiesa ortodossa ucraina, serba e russa. 

Condividi l’articolo