L’arrivo di Gesu’ in musica. Recital al teatro di Anghiari

Si terrà nel pomeriggio di sabato  5 Gennaio, alle 17.00, al Teatro di Anghiari, il concerto Yeshua, organizzato dalla Chiesa Cristiana Evangelica di Anghiari.La performance nasce da un progetto, ideato e curato da Stefano Rigamonti, con l’obiettivo di raccontare la storia della venuta sulla terra di Gesù, in musica, parole, canzoni e video.Cresciuto e formatosi ad Arezzo al liceo musicale, Stefano ha proseguito nel tempo i suoi studi alla Saint Louis Music Academy di Roma, al C.P.M. di Siena, oltre a un percorso privato svolto con il pianista e compositore Stefano Battaglia. Compositore, autore, arrangiatore, di recente parte della sua produzione si è rivolta ad un pubblico giovanissimo, tra le altre cose negli ultimi tre anni è stato tra gli autori di canzoni dello Zecchino d’Oro, vincendo la sessantesima edizione e ottenendo il premio lo Zecchino per la scuola, assegnato da insegnanti di tutta Italia e lo Zecchino della galassia.Da tempo abita ad Asti, dove ha conosciuto Lidia Genta, sua moglie, una delle voci più note del panorama della musica di ispirazione cristiana in Italia, nata e cresciuta in una famiglia di musicisti, Lidia si è perfezionata  nel corso del tempo studiando canto e flauto, che insegna da più di vent’anni, con il desiderio di esprimere nelle sue canzoni il suo amore per Dio.Lidia è anche coautrice di due brani di Yeshua, il concerto che si terrà sabato 5 Gennaio, nel quale la storia di Dio che sceglie di farsi uomo, è raccontata in modo cronologico, attraverso cinque strade: le profezie, i viaggi, gli inni, le apparizioni, i personaggi. In poco più di un’ora, un viaggio musicale che riporta in un periodo storico lontano, grazie anche a sonorità orientali e permette di conoscere la storia, partendo da lontano, dalle promesse contenute nelle profezie, per giungere al tempo che ha preceduto la nascita di Gesù e a quanto accaduto subito dopo.  Questo anche attraverso le parole di chi ne è stato protagonista, durante l’ascolto ci si ritrova infatti ad immedesimarsi nelle emozioni di una giovane donna in attesa di un bambino, nelle incertezze di un uomo, nella bellezza di un popolo che vede la promessa realizzata dopo secoli di attesa. Tutto con l’obiettivo di accompagnare gli spettatori a concentrarsi sul vero e unico protagonista: Yeshua, Gesù, la cui storia è fondamentale per milioni di persone nel mondo, non solo a Natale.L’evento è a ingresso libero.

Condividi l’articolo

Vedi anche: