Il lupo e il rapporto con l’uomo. Convegno in Provincia

Parliamo del Lupo: il predatore per antonomasia, la specie tra le più importanti del nostro paese a livello naturalistico, per la sua capacità di regolare “come natura vuole” gli equilibri biologici della fauna selvatica, ma anche predatore nei confronti di specie vicine all’uomo che lo hanno portato al centro di accanite polemiche. Ma è proprio vero che tutte le colpe siano del lupo? Le versioni discordano, ma il WWF, da sempre coinvolto materialmente e culturalmente nella difesa di questo importantissimo predatore, anche alla luce di quanto si legge e si sente, ritiene che sia necessario riportare la discussione su binari di civiltà e consapevolezza della situazione sulla base di dati certi. Di tutto questo si parlerà venerdì 16 giugno presso la Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo, nel corso di un convegno (inizio ore 9:00), organizzato dal WWF Arezzo con il Patrocinio della Provincia di Arezzo e del Parco Nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna. Nel corso del convegno che sarà aperto dal Presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai e dal Delegato WWF per la Toscana Roberto Marini, moderato dal noto giornalista, fotografo e scrittore aretino Gianni Brunacci, interverranno personalità di elevato spessore del mondo scientifico, come il Prof. Marco Apollonio Direttore del Cirsemaf e titolare della Cattedra al Dipartimento di Zoologia dell’Università di Sassari, uno dei maggiori conoscitori del lupo nel nostro paese, Luca Santini Presidente del Parco Nazionale Foreste Casentinesi ed il Dr. Romolo Caniglia genetista dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), mentre il Dr. Duccio Berzi, esperto faunistico e Presidente dell’Associazione Canis lupus Italia e la Dott.ssa Luisa Vielmi dell’Associazione Difesa Attiva – Progetto MedWolf, illustreranno quali misure efficaci si possono adottare per limitare i danni agli allevamenti. Proprio per questa sarà presente anche un Rappresentante delle Associazioni di Allevatori, a cui il WWF chiederà di esporre il loro punto di vista con l’auspicio di individuare un percorso comune per affrontare questo problema. Chiuderà gli interventi il Dr. Marco Galaverni, Responsabile Specie e Habitat del WWF Italia.

Condividi l’articolo