La Foresta di Sasso Fratino patrimonio mondiale dell’umanità

“Grande soddisfazione, e pieno ringraziamento all’Ente Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Falterona e Campigna, che ne ha precostituito le premesse, per il prestigioso riconoscimento UNESCO alla Foresta Naturale di Sasso Fratino come “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”.La lungimirante visione dell’allora amministratore delle Foreste Statali Demaniali del crinale Tosco-Romagnolo, Fabio Clauser (poi dal ’93 fino al ’98 membro del Consiglio direttivo dell’ Ente Parco Nazionale), che negli anni ’50 si oppose al taglio di quella Foresta, proponendone ed ottenendone l’istituzione a Riserva Integrale, ha raggiunto l’obiettivo finale del percorso di massima tutela allora valorosamente iniziato. Il messaggio ambientale e culturale che ne deriva è di straordinaria importanza, in direzione di una sempre maggiore e sempre più coerente protezione dell’ inestimabile “scrigno di smeraldo naturale”costituito dalle Foreste del nostro Parco.La prossima scadenza del Piano del Parco (2019) impone fin da subito un ‘attenta valutazione degli ulteriori e notevoli margini di miglioramento della gestione dell’ area protetta ,che potranno essere perseguiti nei dieci anni successivi ed oltre. Il WWF non farà mancare le proprie proposte, peraltro già all’ attenzione in gran parte dell’ Ente Parco Nazionale.”

Condividi l’articolo

Vedi anche: