Cgil, no ad accorpamento Pia Casa con la Fraternita

Preoccupazioni della Cgil, sia della Segreteria confederale che del Sindacato Pensionati, sul futuro della casa di Riposo Fossombroni. La Cgil di Arezzo, spiega il segretario provinciale Alessandro Mugnai, chiederà un incontro al sindaco Ghinelli dove avanzera’ la richiesta di non accorpare la struttura alla Fraternita dei Laici. L’ipotesi Fraternita non convince assolutamente la Cgil. “La Fossombroni ha i conti in attivo, i suoi servizi sono valutati positivamente dai sindacati pensionati, la Direzione è di buon livello – sottolinea Alessandro Mugnai. Vorremmo conoscere la reale consistenza dell’ipotesi Fraternita dei Laici e la sua finalità. La Casa di Riposo non è in una situazione gestionale incerta. Tutt’altro. Perché non mettere a punto un progetto di sviluppo invece di ipotizzare un suo inglobamento in un’altra azienda e quindi la sua sostanziale perdita di autonomia e identità?”

Condividi l’articolo