Lascia il suo posto Dal Piaz, massaggiatore storico dell’Arezzo

Un addio importante nell’Arezzo. Infatti non fa più parte della famiglia amaranto Sandro dal Piaz, lo storico  massaggiatore dell’Arezzo. In prima squadra dall’estate del 2004, dopo anni trascorsi nelle giovanili, ha vissuto il calcio della B, della D e della C con identica passione e riconosciuta professionalità.Dai muscoli di Spinesi a quelli di Moscardelli, dalla spalla di De Zerbi alla caviglia di Ferrario, Dal Piaz ha curato decine di calciatori e lenito ferite, sia sulla pelle che nell’anima. Perché quando i giocatori stanno distesi sul lettino, consegnano al fisioterapista le dolenzie articolari e anche le magagne dello spirito. E chi ascolta, oltre a sciogliere contratture, deve pure dispensare consigli. Dal Piaz in questi tredici anni ha respirato l’aria degli spogliatoi senza portare fuori nemmeno uno spiffero. Ligio al dovere e fedele al motto secondo cui si lavora tanto e si parla poco (anzi, niente), non ha mai rilasciato interviste né ceduto alla tentazione di un post o di una foto sui social. Unortodosso tradizionalista nel mondo più trasparente di tutti.Adesso che nell’organigramma amaranto non c’è più il suo nome, bisognerà cercarlo nella palestra che gestisce e che ne occupa sempre più spazi durante la giornata, assorbendone tempo ed energie. L’Arezzo per la prossima stagione si è affidato al responsabile fisioterapista Paolo Mencaroni (un ritorno il suo), al fisioterapista Gabriele Caneschi, al massaggiatore Giulio Caraffini e all’osteopata Andrea Mencarini.

Condividi l’articolo