Pio Borri, sabato 11 novembre la cerimonia a Molin di Bucchio

È in programma sabato 11 novembre (ore 10.30) in località Molin di Bucchio la cerimonia di commemorazione di Pio Borri, primo partigiano caduto in provincia di Arezzo e medaglia d’argento al valor militare, ucciso dai nazifascisti l’11 novembre 1944. Durò soltanto due mesi la lotta contro i nazifascisti di questo giovane grossetano che l’8 settembre del 1943 si trovava ad Arezzo, dove era stato mandato di leva per essere arruolato nella milizia fascista. Con l’armistizio, Borri abbandonò il reparto e si rifugiò in Casentino entrando a far parte della formazione partigiana “Vallucciole”. Il 10 novembre 1943, mentre scortava un autocarro proveniente da Arezzo che doveva portare viveri e rifornimenti alle bande partigiane operanti nella zona, fu catturato dai tedeschi e, dopo una giornata di torture, ucciso.Il programma della giornata prevede successivamente (ore 11.15 ) al  Palagio Fiorentino di Stia  un incontro con gli alunni della scuola secondaria di I grado,  in occasione del quale sarà apposta sul Gonfalone del Comune di Pratovecchio Stia la Medaglia d’argento al Merito Civile conferita nel 2012 al Gonfalone dell’estinto Comune di Stia.

Condividi l’articolo

Vedi anche: