Blocco studentesco, donazione al liceo Colonna

 

Questa mattina i militanti del Blocco Studentesco hanno donato 280€ ai rappresentanti d’istituto del “Vittoria Colonna” di Arezzo, eletti per l’anno scolastico 2016-2017. La donazione è il ricavato dei proventi del progetto della “Carta dello studente”, iniziativa lanciata a maggio scorso dai precedenti rappresentanti, che ha avuto un grande successo tra gli studenti, fruttando 500€, di cui 220 erano già stati utilizzati per la festa studentesca di fine anno. 
“Siamo contentissimi di essere riusciti a portare a compimento quest’iniziativa – dichiara Francesco Crocini, responsabile aretino del Blocco Studentesco – era uno dei punti cardine del programma della nostra lista dell’ultimo anno scolastico, e il successo che l’iniziativa ha avuto tra gli studenti ci inorgoglisce. La cifra raccolta è davvero importante, e siamo sicuri che la scuola non potrà che essere felice di avere liquidità da utilizzare per i servizi agli studenti, soprattutto in un periodo di vacche magre per i finanziamenti scolastici come questo”. 
“La donazione effettuata dai nostri militanti – prosegue Crocini – è il chiaro segnale che in questi due anni al “Vittoria Colonna” ci siamo mossi tanto e bene, e il riscontro elettorale è stato più che soddisfacente, con due candidati della nostra lista eletti quest’anno a rappresentanti d’istituto, a testimonianza che gli studenti riconoscono ed apprezzano la bontà delle nostre iniziative. Il tutto è stato portato avanti con la massima trasparenza, infatti insieme alla donazione è stato recapitato in segreteria l’elenco degli alunni aderenti al progetto, così da poter testimoniare la corrispondenza tra i soldi raccolti e quelli donati”. “Non vogliamo certo fermarci qui – conclude Crocini – infatti visto il grande successo che la “Carta dello studente” ha avuto al “Colonna”, è in cantiere da diverso tempo un progetto analogo per il 2017, allargato stavolta a più scuole aretine, per continuare quest’iniziativa vantaggiosa per gli studenti, fruitori di sconti ed agevolazioni, per i negozi convenzionati e soprattutto per le scuole, che possono ricevere in questo modo fondi extra da destinare ai servizi studenteschi”.  
 

Condividi l’articolo