Attacco a Londra: il racconto di testimoni aretini

Testimoni aretini raccontano la drammatica situazione di Londra. Sono quattro tifosi della Juventus che stavano tornando da Cardiff dove avevano assistito alla disfatta della loro squadra del cuore nella finale di Champions. Scesi alla stazione di Paddington si sono trovati davanti ad una città militarizzata. Tra i testimoni il collega Matteo Giusti che in compagnia del padre, il noto ortopedico Egidio e di Stefano Brandini, già dirigente dell’Arezzo calcio, hanno visto una scena incredibile. “Eravamo in treno quando è accaduto il fatto. Subito abbiamo cercato di saperne di più consultando i nostri smartphone. All’uscita la polizia ci ha controllato. Si percepiva in clima di grande tensione. La stazione era a 4 km da dove è successo l’attentato. Fuori il deserto. Per fortuna che avevamo l’albergo vicino”. In serata previsto il rientro dei quattro. Non sono stati i soli aretini testimoni del fatto.

Condividi l’articolo

Vedi anche: