Restano in carcere i cinque arrestati per la maxi rissa a Saione

Restano in carcere i cinque nigeriani arrestati dalla polizia dopo la maxi rissa di Campo Marte ad Arezzo che domenica sera ha coinvolto una cinquantina di extracomunitari. Il Gip del Tribunale di Arezzo Gianni Fruganti ha convalidato gli arresti disponendo poi la custodia cautelare in carcere presso il carcere aretino di San Benedetto. Intanto le indagini vanno avanti, coordinate dal pm Marco Dioni, per capire cosa abbia scatenato il maxi parapiglia avvenuto a due passi da un supermercato e da una farmacia. Secondo quanto trapela la sanguinosa lite, che ha provocato anche il ferimento di due dei cinque arrestati 8 tutti con segnalazioni per droga a carico) potrebbe nascondere un regolamento di conti legato al mondo dello spaccio o della prostituzione o il tentativo di respingere ingerenze esterne (due dei tre arrestati provengono da fuori regione Toscana) sul mercato della droga. Gli investigatori mantengono il più stretto riserbo.

Condividi l’articolo

Vedi anche: