Gratien: doctor Jekyll o mister Hyde? Riesame: “pericoloso per le donne”

Freddo, lucido, calcolatore, pericoloso per le donne, capace insomma di uccidere in pochi minuti. Simpatico, allegro, sempre pronto a scherzare con i parrocchiani. Qual’è il vero padre Gratien? Quello dipinto dal dispositivo del Riesame o quello che per mesi ha intrattenuto un buon rapporto con i fedeli dell’Alta val Marecchia? L’interrogativo è d’obbligo perchè, a vederla così, il frate si prospetta come un autentico Giano bifronte o per dirla come Stevenson una sorta di Doctor Jekill and Mister Hyde. Le indagini della procura hanno ricostruito, in base a quanto emerso, la figura di un uomo che riesce a trattenere le emozioni e a controllarle a tal punto da permettergli di uccidere in pochi minuti e farne sparire il cadavere in pochi minuti, nonostante la stazza della stessa. Il Riesame ha puntato poi maggiormente l’attenzione sulla freddezza di Gratien che induce a farlo sembrare a tutti gli effetti capace di un omicidio, dunque che resti in carcere ad attendere la chiusura delle indagini e la probabile richiesta di rinvio a giudizio. Un frequentatore di lucciole e amante di donne per i giudici fiorentini. Per i parrocchiani, anche per coloro che non amavano le sue messe colorate e musicali, Gratien era invece una persona aperta e gioviale, per qualcuno neppure sembrava un sacerdote tanta era la sua allegria. Il suo avvocato Luca Fanfani trova difficile che uno come lui sia capace di uccidere e poi andare tranquillamente a dire una messa, gli errori di comportamento compiuti successivamente lascerebbero pensare ad una persona assolutamente goffa e ingenua che peraltro non si è mai allontanata dall’Italia. E invece per il Riesame il punto sta tutto qui: non lo ha fatto perchè favorisce se stesso ecco perchè l’accusa nei suoi confronti è mutata. Su questi due aspetti si gioca probabilmente tutta la partita.

Condividi l’articolo