Aste truccate, Ato Rifiuti Toscana Sud nella bufera

Truccavano le aste per la gestione dei rifiuti nella Toscana Meridionale. A finire ai domiciliari è stato Andrea Corti (nella foto) direttore generale della società partecipata che sovrindente lo smaltimento dei rifiuti nelle province di Arezzo, Siena e Grosseto. L’inchiesta promossa dalla Procura di Firenze e portata avanti dalla Guardia di Finanza ha portato alla interdizione di Eros Organni poi diventato Ad. di SeiToscana, Marco Buzzichelli, Ad di Siena Ambiente. Stesso provvedimento anche per Valerio Menaldi, autore del bando che poi ha scatenato prima la denuncia e poi la successiva inchiesta della magistratura.

Condividi l’articolo

Vedi anche: