Gli resta incastrato auricolare nell’orecchio. Soccorso dalla Polizia stradale, si becca la denuncia dopo le cure

La Polizia Stradale di Arezzo ha dovuto portare di corsa in ospedale un uomo di 37 anni che, ieri, per superare i quiz della patente si era infilato troppo a fondo l’auricolare da cui attendeva le risposte esatte, tant’è che il sottile apparecchio non ne voleva più sapere di uscire dall’orecchio. E’ accaduto ieri, presso la Motorizzazione Civile aretina quando lui, originario dell’India ma residente da anni in città, si è presentato agli esami senza avere studiato a sufficienza.Lo straniero era certo di non riuscire a superarli e, quindi, si è munito dell’auricolare e lo ha collegato a un cellulare nascosto sotto la maglietta, per comunicare con un complice e ricevere aiuto da lui. C’era quasi riuscito, avendo fatto un solo errore, ma è stato scoperto dai Commissari d’esame e dai poliziotti, cui non è sfuggito quel trucco preparato molto bene, tant’è che gli investigatori per estrargli l’auricolare lo hanno dovuto condurre dall’otorino al San Donato.Appena dimesso, lo straniero è stato portato presso il Comando della Polstrada, dove gli investigatori lo hanno denunciato per truffa, sequestrandogli telefono, auricolare e maglietta. All’esame, ovviamente, è stato bocciato.

Condividi l’articolo

Vedi anche: