Resta in carcere l’aggressore dell’agente di polizia locale aggravato reato

Resta in carcere il 28enne di origine tunisina che lo scorso sabato ha aggredito un agente di polizia locale provocandogli la rottura del perone della gamba destra. Il pm, dopo l’aggravamento della prognosi dell’agente oltre i 40 giorni, ha cambiato l’ipotesi di reato trasformatasi in lesioni gravi, ed il processo è stato aggiornato. L’uomo attualmente è in carcere dove si trova dal momento dell’aggressione avvenuta in via Po ad Arezzo mentre lo stesso picchiava la fidanzata, Il vigile era intervenuto insieme ad altri due colleghi per sedare la lite ed era riuscito, nonostante il calcio alla gamba sferrato all’improvviso, ad immobilizzare ed arrestare il 28enne con precedenti. Davide Frondaroli, l’agente colpito, si trova attualmente in assoluto riposo e lunedi si sottoporrà ad ulteriori esami per capire se doverà sottoporsi ad intervento chirururgico.

Condividi l’articolo

Vedi anche: