Verdetto, Fiacchini

 “E’ come se me le avessero uccise una seconda volta”. Sono le parole rilasciate agli organi di stampa da Luca Fiacchini, marito di Barbara Marzanna Stipen, 50 anni e padre di Letizia di 10, mamma e figlia investite e uccise il 31 gennaio del 2016 dal 40enne romeno Aleze Danut dopo la sentenza d’Appello che oggi gli ha dimezzato la condanna. L’udienza era in programma questa mattina a Firenze. Il procuratore generale aveva ribadito la richiesta di condanna a nove anni e due mesi per omicidio colposo plurimo aggravato. “Danut era una persona pericolosa – ha dichiarato Luca Fiacchini – non a caso rea recidivo”. Sul verdetto interviene anche il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli. “Occorre cambiare le leggi, rinunciare a qualche garanzia e prendersi qualche rischio in più sulla giustezza della pena ma ottenere così una maggiore “sicurezza” dei cittadini. E’ ciò che chiede la gente e dunque è ciò che chiede il sindaco”. Indignazione anche a San Leo, frazione del comune di Arezzo dove il 31 gennaio 2016 avvenne l’incidente. Le mamme della zona organizzeranno una protesta pacifica per la giornata di martedi alle 18. 

Condividi l’articolo