Un’ azienda aretina nel progetto europeo per una geotermia ad emissioni zero

Graziella Green Power sarà tra le realtà europee responsabili dello sviluppo di centrali geotermiche ad emissioni zero. L’azienda aretina è tra i promotori del progetto Geco – Geothermal Emission Control che, inserito nel programma Horizon2020 dedicato alla ricerca e all’innovazione, ha ricevuto dall’Unione Europea l’assegnazione di un progetto di ricerca per un importo complessivo di 16 milioni d’euro. L’obiettivo è di diffondere tecnologie energetiche sostenibili e senza impatto ambientale, attraverso la costituzione di una rete che, oltre a Graziella Green Power e alla sua controllata Magma Energy Italia, prevede il coinvolgimento di altri diciassette partner europei (tra cui l’Università degli Studi di Firenze e il Consiglio Nazionale delle Ricerche). Geco contribuirà dunque alla produzione di energia geotermica ambientalmente sostenibile in Europa e nel mondo.

Condividi l’articolo