Giovani rugbysti in campo per i Giochi Sportivi Studenteschi

Due scuole medie aretine si sono sfidate nei Giochi Sportivi Studenteschi di rugby. La manifestazione ha posto termine ad un percorso didattico progettato e realizzato dalla Vasari Arezzo Rugby Football Club che negli ultimi mesi ha proposto un avviamento al rugby ai ragazzi della “Martiri di Civitella” di Badia al Pino e della “Piero della Francesca” di Arezzo. Il direttore tecnico della società aretina, Dario Senesi, ha collaborato con le professoresse Marta Rossetti e Rossella Stolzuoli per inserire la disciplina all’interno della tradizionale programmazione scolastica e per far giocare gli studenti con la palla ovale, insegnando le principali regole e lo spirito che anima questo sport. Questo cammino di preparazione ha potuto contare sul supporto e sulla preparazione di tecnici della Vasari Arezzo Rfc come Simone Colangelo e Luca Cesari, trovando il proprio compimento nei Giochi Sportivi Studenteschi che hanno visto quaranta allievi delle due scuole confrontarsi per la prima volta in una serie di partite vere ospitate dall’impianto cittadino di via dell’Acropoli. «Questi giochi sono stati un prezioso momento di verifica e di competizione che ha riscosso l’entusiasmo di tutti i presenti – spiega Senesi. – I progetti nelle scuole hanno richiesto impegno e sacrificio da parte dei nostri tecnici, ma riteniamo che tale opera di promozione sia necessaria per far scoprire la bellezza del rugby, per avvicinare tanti ragazzi a questa disciplina e, eventualmente, per trovare nuovi giocatori per le nostre squadre».

La Vasari Arezzo Rfc ha raccolto i primi frutti concreti di questo lavoro nella scuola media di Badia al Pino, una realtà che è stata riconosciuta dalla federazione come ente di promozione sportiva per la formazione rugbystica e il reclutamento di nuovi giocatori. La collaborazione tra l’istituto e la società ha infatti trovato terreno fertile all’interno delle varie classi e ha permesso di strutturare numerosi progetti comuni che hanno portato alla formazione di una squadra Under12 composta esclusivamente da studenti e impegnata nel campionato regionale sotto la direzione di Colangelo e Cesari. «Da oltre dieci anni – aggiunge Senesi, – non veniva costituito ad Arezzo un ente di promozione sportiva di rugby, dunque siamo particolarmente orgogliosi perché questo passaggio rappresenta la miglior testimonianza del buon lavoro svolto nelle scuole e, soprattutto, garantisce un ulteriore ampliamento territoriale alla nostra attività giovanile».

Archiviati i percorsi nelle scuole e al di là delle polemiche degli ultimi giorni, la Vasari Arezzo Rfc ha convocato per lunedì 18 aprile, alle 19.00, nei locali di via dell’Acropoli, un’assemblea aperta a tutti gli appassionati per fare chiarezza sui propri programmi sportivi per la prossima stagione.

Condividi l’articolo