Casentino, il dicktat di Agostini

Acque agitate nella politica Casentinese. Non convince a tutti i sindaci il piano di riordino presentato dal presidente dell’unione dei Comuni Paolo Agostini. Il sindaco di Castel S. Niccolo’ da tempo ha preso una posizione autonoma rispetto a quella degli altri della vallata, trovando una linea di intesa con il sindaco di Bibbiebna Bernardini. Nella riunione di giovedì è mancato il numero legale. Agostini è stato esplicito: “dicano quello che vogliono”. Delle serie prendere o lasciare.

Condividi l’articolo