Rimborsi ai risparmiatori, Federconsumatori attacca

«E’ inaccettabile che un rimborso che doveva essere erogato entro 60 giorni, avvenga in realtà in tempi così indefiniti da lasciare le persone nello smarrimento e nell’incertezza più assoluta». Lo sostiene Federconsumatori Arezzo in merito alla vicenda dei risparmiatori colpiti dal decreto salva-banche. «Delle 1.932 domande presentate da Federconsumatori Arezzo», rileva l’associazione, «ne sono state rimborsate appena 561; oltre 1.362 aretini non hanno ancora visto rimborsato il becco di un quattrino».

Ad aprile inizierà un nuovo ciclo di incontri con i risparmiatori azzerati. Ormai concluso l’invio delle domande per i rimborsi forfettari, che per Federconsumatori di Arezzo ha voluto dire la presentazione di 1.923 istanze al fondo, per un controvalore di quasi 35 milioni di euro, rimangono ancora aperti numerosi capitoli.

Condividi l’articolo