Ritrovato ordigno bellico nei pressi di Anghiari

Scoperto un regalo dell’ultima guerra mondiale.  Un ordigno bellico è venuto alla luce nelle campagne di Anghiari, esattamente nella zona di Col di Paiolo, nei pressi del Santuario della Madonna del Carmine. La segnalazione è arrivata  da un passante che stava transitando in zona, che ha visto una parte del colpo di mortaio sporgere tra i sassi; subito ha avvertito i carabinieri della Stazione di Anghiari i quali hanno provveduto a mettere in sicurezza l’intera area. In primis è stata circondata con del nastro biancorosso impedendo così l’accesso. La bomba, con ogni probabilità, è venuta alla luce in occasione dei recenti agenti atmosferici: per metà è ancora sotterrata, si vedono solamente un paio di alette e la parte terminale. Si tratta di una zona molto frequentata anche dagli appassionati della mountain-bike e l’ordigno si trova proprio al bordo della strada bianca. I carabinieri di Anghiari hanno avvertito anche il nucleo artificieri di Bologna che i primi giorni della prossima settimana arriveranno sul posto per il disinnesco dell’ordigno in completa sicurezza. In Valtiberina non è certamente la prima volta che si verificano episodi di questo genere: l’ultimo, solamente in ordine di tempo, è stato quello nella zona di Calcinaia sul Lago a Sansepolcro; ricordiamo, però, anche Caprese Michelangelo o altre zone di Anghiari.

Condividi l’articolo

Vedi anche: