Colpo alla gioielleria Duranti, pesanti condanne

Sfondarono il muro entrando in una delle più prestigiose gioiellerie del centro di Arezzo portando via monili e orologi preziosi per oltre centomila euro, maxi condanne del Tribunale di Arezzo. La sentenza è arrivata a distanza di quasi dieci anni dal colpo avvenuto con grande clamore mediatico nel 2008. Le pene inflitte alla banda, composta in prevalenza da italiani, vanno dai sei anni e otto mesi ai quattro anni con pagamento di spese processuali. I ladri agirano durante la paura pranzo quando la cassaforte non era chiusa automaticamente, utilizzando un martello pneumatico munito di silenziatore ed entrando in un ambulatorio medico e da li fino alla gioielleria. Le indagini successive dei carabinieri portarono all’individuazione e alla cattura dei ladri in gran parte laziali.

Condividi l’articolo

Vedi anche: