Arezzo che beffa a Pesaro, vincono i marchigiani 3-2

L’Arezzo gioca una buona partita ma paga a caro prezzo le sue amnesie difensive. Ma a metterci lo zampino è stata l’infelice giornata del signor Arace di Lugo che ne ha combinate più di Carlo in Francia. Il direttore di gara ha concesso un rigore inesistente ai padroni di casa, mentre non ha visto tre episodi clamorosi per l’Arezzo. Un gol fantasma nel primo tempo, con respinta oltre la linea su colpo di testa di Borghini e due rigori negati agli amaranto hanno fatto la differenza. Peccato perchè l’Arezzo ha giocato una buona partita. Paga anche i propri errori, ma il risultato di Pesaro resta una vera beffa che complica la rincorsa per la salvezza. Mercoledi contro il Legnago mancheranno Kodr e Borghini. Camplone ha solo un difensore disponibile.

Condividi l’articolo